Vacanze e Liguria: il blog di Sialassio

Certificazioni degli impianti obbligatori

Certificazioni degli impianti: sono obbligatori per vendere casa?

Condividi questo articolo!

No, non è obbligatorio avere e mostrare certificati di conformità degli impianti quando si vende casa. Ciò non significa che sia una scelta saggia ignorare le certificazioni degli impianti obbligatori e tentare di concludere un buon affare per la vendita di un immobile che non presenta la documentazione per attestare la buona norma dei vari impianti che erogano i servizi.

Bisogna considerare che sono tanti i documenti necessari per vendere casa, tra questi troviamo anche il certificato di agibilità che conferma la buona salute degli ambienti. C’è anche l’APE tra i documenti richiesti, vale a dire l’attestazione di prestazione energetica: questa certificazione è obbligatoria per i trasferimenti di proprietà. Ma per quanto riguarda gli impianti non c’è obbligo.

Cosa sono le certificazioni impianti

Questi documenti permettono al proprietario di dimostrare la buona norma degli impianti che permettono di usufruire dei principali servizi.

Come ad esempio gli impianti per la distribuzione di energia elettrica, gas, acqua, aria fredda e calda.

In più è necessario avere il certificato degli impianti radiotelevisivi, di sollevamento e ascensore, montacarichi, idrico-sanitari, antincendio e ventilazione. In questo modo hai tutto a norma.

Il certificato di conformità di un impianto viene rilasciato dal tecnico o dall’azienda che si occupa dell’installazione o della revisione del sistema, in modo da confermare che il lavoro rispetta le principali norme di sicurezza ed efficienza. La certificazioni degli impianti obbligatori viene rilasciata alla fine del lavoro svolto dai tecnici ed è un tuo preciso diritto riceverli.

Da leggere: vendere casa prima dei 5 anni, è possibile?

Cosa contiene la certificazione tecnica?

In questo documento trovi tutti i dettagli per valutare la bontà del lavoro svolto e le regole rispettate per ottenere un impianto capace di seguire la normativa in vigore.

Nello specifico, nelle Certificazioni degli impianti obbligatori hai il dettaglio del progetto e i materiali utilizzati per concludere l’opera. Tutto questo viene regolato dal decreto ministeriale 37/08 ed espresso dalla dichiarazione di conformità o DiCo. Vale a dire il documento che riporta tutte le caratteristiche per confermare che il lavoro è stato eseguito a regola d’arte.

Differenza tra DiCo e APE Energetico

Spesso si fa confusione tra DiCo, la dichiarazione di conformità degli impianti, e l’APE. Ovvero l’attestato di prestazione energetica che comprende la valutazione del consumo energetico di un’abitazione. Quest’ultimo elemento è obbligatorio mentre il primo no.

Però, come vedremo, è comunque consigliato avere e allegare questi documenti dell’immobile per aumentarne il valore. E aumentare le opportunità di vendita.

Certificazioni degli impianti obbligatori

Abbiamo già visto che non c’è obbligo di consegnare eventuali certificazioni degli impianti quando si vende casa. Ma c’è una riflessione da mettere in campo: conviene veramente? Da un punto di vista legale, non sei obbligato a dare la comunicazione dei certificati degli impianti.

esempio certificazione

Ma il compratore attento chiederà notifica di questo aspetto perché è uno dei più importanti in termini di valutazione dell’immobile. Se hai la documentazione di un impianto a norma puoi alzare il prezzo di vendita perché stai proponendo una casa qualitativamente superiore.

E che non ha bisogno di ammodernamento sotto questo punto di vista. Quindi, se hai intenzione di ottenere il prezzo migliore per vendere casa conviene fare dei lavori e ottenere le certificazioni degli impianti obbligatori. D’altro canto, se sto comprando casa e ho anche la possibilità di consultare questi documenti sono più tranquillo e ho la certezza che sono stati effettuati lavori.

Per approfondire: meglio affittare o comprare casa?

Informazioni chiare al cliente

Questo è un aspetto importante. Anche se al momento del rogito non è obbligatorio mostrare e consegnare la certificazione degli impianti è comunque consigliato, in presenza del notaio, dare notifica dello stato tecnico dei vari elementi. Questo permette di mettere in chiaro lo stato dell’immobile ed evitare contestazioni. Vuoi maggiori informazioni sul tema?

Chiedi consulenza a un’agenzia immobiliare che ti aiuta ad acquistare casa o a venderla. In questo modo hai un confronto chiaro con esperti del settore che ti accompagnano verso un processo vantaggioso. Sarà più facile sia acquistare che vendere il tuo immobile con noi.

Riccardo Esposito
spsrcr@gmail.com

Sono un web writer e blogger professionista, mi occupo di scrittura online e organizzo piani editoriali per aziende che vogliono sfruttare il web. Ho scritto libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura sul web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *